Uniurb sostenibile legge, urban game del 5 ottobre

Oblivion — Chi salverà la memoria della città? “Ciò che più mi spaventa è l’inverno della memoria”J. J. Arreola In un tardo pomeriggio di inizio autunno gli studenti si giocano il futuro della città.  Quali insidie nasconde l’oblio delle piccole e grandi memorie...

L’Università di Urbino ha intrapreso un deciso percorso verso la promozione della sostenibilità, coerentemente con quanto previsto dai 17 Obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, nella consapevolezza del suo ruolo di “moltiplicatore” nel definire, proporre e attuare politiche, strategie e buone prassi.

un cantiere per la sostenibilità

Il Rettore Giorgio Calcagnini ha aperto il suo mandato a novembre 2020 nel segno dei valori, strettamente connessi, della sostenibilità e della partecipazione. 

In particolare, il Prorettorato per la “Sostenibilità e la valorizzazione delle differenze” è lo strumento per alimentare la tensione e l’impegno delle diverse componenti dell’Ateneo nell’affrontare le numerose e complesse sfide ambientali, sociali ed economiche mediante l’adozione di un approccio integrato e l’attuazione di misure concrete. Promuovere, quindi, quel necessario cambiamento culturale per agire concretamente, creando connessioni e relazioni cooperative al proprio interno e nell’ambito di reti a diversi livelli istituzionali e territoriali.

Docenti, personale tecnico amministrativo e studenti lavorano e lavoreranno insieme in una sorta di cantiere, per progettare e realizzare molteplici iniziative negli ambiti della  formazione, della ricerca e del trasferimento delle conoscenze, così come della gestione delle diverse attività connesse al funzionamento dell’Ateneo.

28 settembre 2021
Ore 9:30 > 13:00

 

IN PRESENZA
Aula Magna del Rettorato
Via Saffi, 2 Urbino
Prenota il tuo posto

ONLINE
L’evento verrà trasmesso in streaming su www.uniurb.it/live

A causa delle norme sanitarie in vigore,
la sala avrà capienza ridotta e l’accesso sarà consentito esclusivamente su prenotazione.

Ore 9.30
Saluti istituzionali

• Giorgio Calcagnini, Rettore dell’Università di Urbino Carlo Bo

•  Patrizia Lombardi, Presidente della Rete delle Università per lo Sviluppo sostenibile

Interventi

Il cantiere “Uniurb sostenibile”
Elena Viganò, Prorettore “Sostenibilità e valorizzazione delle differenze”

Che cos’è la sostenibilità? Corso interdisciplinare Lezione zero
Silvia Fioretti, Michela Maione, Elena Paglialunga, Alessandra D’Agostino

Uniurb in cammino: un nuovo percorso di ricerca, didattica e terza missione
Nico Bazzoli, Mauro De Donatis, Elisa Lello, Giovanni Marin, Filippo Martelli, Lorenzo Zanarelli

Uniurb per la pace
Giovanni Marin, Stefano Visentin, Eduardo Barberis

Raccolta differenziata e riduzione dei rifiuti
Barbara Citterio, Mara Fiorani, Giovanna Fraternale (Marche Multiservizi), Jonathan Pierini (ISIA), Marina Saràghi, Fabio Tatàno

Verso un Ateneo a emissioni zero
Michela Maione, Giovanni Marin, Jonas Orlandi, Paolo Polidori

Uniurb sostenibile legge
Silvia Fioretti, Marcella Feduzi, Michela Maione, Loretta De Franceschi, Salvatore Ritrovato

Uniurb smoke free
Elena Barbieri, Achille Cappiello

Climbing for climate
Katia Giusepponi (Università degli Studi di Macerata), Stefania Gorbi (Università Politecnica delle Marche), M. Federica Ottone (Università degli Studi di Camerino)

Uniurb sostenibile: la pagina web
Donatello Trisolino

28 settembre 2021
Ore 17:30 > 20:00

Cortile del Collegio Raffaello
Piazza della Repubblica

Il clima dell’Antropocene: politica, cultura e sostenibilità.
Dialogo con il climatologo Frank Raes e interazione con gli attori del territorio

Postazioni informative in collaborazione con associazioni & C.

L’evento è realizzato con il patrocinio della Rete delle Università per lo Sviluppo sostenibile, l’appuntamento del pomeriggio è realizzato con il contributo di:

– Dipartimento di Economia, Società, Politica (DESP)
– Dipartimento di Scienze Pure e Applicate (DiSPeA)

Frank Raes

Rete delle Università per lo Sviluppo sostenibile

 La Rete delle Università per lo Sviluppo sostenibile (RUS), nata nel 2015, è la prima esperienza di coordinamento degli Atenei italiani impegnati sui temi della sostenibilità ambientale e della responsabilità sociale. 

Gli obiettivi principali della RUS sono: la diffusione della cultura e delle buone pratiche di sostenibilità, all’interno e all’esterno degli Atenei, condividendo competenze ed esperienze, per incrementare gli impatti positivi delle azioni realizzate dalle singole Università; la promozione degli Obiettivi per lo Sviluppo sostenibile, contribuendo al loro raggiungimento; il rafforzamento della riconoscibilità e del valore dell’esperienza italiana a livello internazionale.

L’azione della RUS viene portata avanti mediante diversi Gruppi di lavoro nazionali a cui afferiscono i referenti dei singoli Atenei.

Delegata di Ateneo: Elena Viganò — elena.vigano@uniurb.it
Referente operativo: Giovanni Marin — giovanni.marin@uniurb.it 

Gruppo di lavoro "Cambiamenti climatici"

Il gruppo di lavoro “Cambiamenti Climatici” ha l’obiettivo di orientare l’azione dell’Ateneo verso la mitigazione del cambiamento climatico e la riduzione dell’uso di risorse, anche in vista della proposta di indicatori di performance, di adesione a specifiche procedure di certificazione e di monitoraggio.

Le attività riguardano il supporto alla realizzazione degli inventari delle emissioni di gas serra, la promozione di piani di mitigazione e di adattamento, il supporto all’assunzione di impegni formali di contenimento delle emissioni e le attività formative e di comunicazione e sul tema. In particolare, l’inventario delle emissioni e la ricognizione delle strategie dell’Ateneo finalizzate all’aumento dell’efficienza e della sostenibilità delle proprie attività, nonché la quantificazione del loro impatto ambientale ed economico.

Il Gruppo si occupa, inoltre, di promuovere la condivisione di informazioni, materiali e metodi finalizzati alla diffusione di conoscenze, competenze e buone pratiche, attraverso attività di formazione e di comunicazione.

Responsabile: Michela Maione — michela.maione@uniurb.it

Gruppo di lavoro "Cibo"

Il gruppo di lavoro “Cibo” lavora alla proposta di modelli di consumo alimentare sostenibile per gli studenti, il personale dell’Ateneo e il territorio.

Il Gruppo si occupa, in primo luogo, di attività di monitoraggio, attraverso la raccolta e la divulgazione di dati, per la conoscenza del fenomeno alimentare a livello universitario. Inoltre, sviluppa progetti focalizzati soprattutto sui temi dell’approvvigionamento, della distribuzione, degli spazi di consumo e della gestione dei rifiuti. Un altro aspetto importante è quello dell’educazione alimentare, per la promozione di stili di consumo coerenti con obiettivi di promozione della salute e del benessere, tutela delle risorse naturali e della biodiversità e di contenimento delle emissioni per la mitigazione del cambiamento climatico.

Attraverso il cibo, che è uno dei pochi elementi che impatta su tutti gli obiettivi di Agenda 2030, è possibile creare connessioni tra gli attori che popolano gli atenei, per produrre la conoscenza indispensabile per modificare abitudini consolidate, promuovendo la ricchezza derivante dalla condivisione  di culture, esperienze e buone pratiche.

Responsabile Elena Viganò — elena.vigano@uniurb.it

Gruppo di lavoro "Educazione"

Il gruppo di lavoro “Educazione” intende diffondere la cultura e le buone pratiche di sostenibilità e contribuire al raggiungimento degli obiettivi fissati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Le scelte dei cittadini e delle istituzioni producono conseguenze decisive sulle condizioni di vita di tutti e compito, urgente e prioritario, del sistema formativo e anche dell’Università è quello di aumentare la consapevolezza di queste trasformazioni. La conoscenza non è garanzia di cambiamento ma rappresenta il presupposto necessario per affrontare responsabilmente questa situazione e per orientare i comportamenti e le strategie individuali e collettive verso l’adozione di stili di vita sostenibili, il rispetto dei diritti umani, l’uguaglianza di genere, la promozione di una cultura di pace e di non violenza, la cittadinanza globale e la valorizzazione della diversità culturale.

In modo particolare, il GdL Educazione si concentra sulle modalità di educazione allo sviluppo sostenibile proponendo diversi approcci destinati a tutti i componenti della comunità universitaria (studenti, docenti, personale tecnico e amministrativo). Fra questi, prevede di formulare proposte per la diffusione dell’educazione alla sostenibilità e proporre azioni per lo sviluppo e il sostegno della ricerca e della didattica universitaria orientate alla sostenibilità.

Responsabile: Silvia Fioretti — silvia.fioretti@uniurb.it

Gruppo di lavoro "Energia"

Il gruppo di lavoro “Energia analizza i fabbisogni energetici delle diverse strutture universitarie, individuando le azioni più efficaci per la loro riduzione e per il loro soddisfacimento mediante l’utilizzo di fonti rinnovabili, nel rispetto degli standard di confort e dei servizi erogati. A tale scopo, realizza indagini conoscitive per la raccolta dei dati necessari per la costruzione di basi informative e metodologiche e la definizione di metriche e indicatori. 

Il GdL raccoglie e diffonde buone pratiche per la gestione dell’energia, promuovendo l’attenzione sulla sostenibilità energetica da parte della comunità universitaria e dei diversi stakeholder del territorio.

Responsabile: Jonas Orlandi — jonas.orlandi@uniurb.it

Gruppo di lavoro "Mobilità"

Il gruppo di lavoro “Mobilità” discute e realizza politiche e interventi di mobility management accademico. Partecipa attivamente alle attività di studio e monitoraggio svolte dal Gruppo RUS mobilità nazionale e promuove attività di formazione e sensibilizzazione. Discute, inoltre, nel rispetto delle peculiarità territoriali del proprio Ateneo, sui Piani di spostamento casa-università, nell’ottica di incentivare la mobilità sostenibile. Favorisce l’uso del mezzo pubblico o in condivisione, limitando l’accesso agli edifici universitari delle autovetture private ad alimentazione tradizionale e sensibilizzando su valori e comportamenti di mobilità, al fine di promuovere l’innovazione e il cambiamento tecnologico e organizzativo. 

Il GdL si dedica anche alla promozione degli interventi a favore della mobilità attiva (a piedi e/o in bicicletta) e alla proposta e alla promozione di convenzioni che favoriscano una mobilità sostenibile, ad esempio, mediante il car pooling.

Responsabile: Paolo Polidori — paolo.polidori@uniurb.it

Gruppo di lavoro "Risorse e rifiuti"

Il gruppo di lavoro “Risorse e rifiuti” si occupa dei rifiuti generati in Ateneo, con l’obiettivo d’implementarne e ottimizzarne la gestione integrata, opportunamente sostenibile e strategicamente orientata alla circolarità. Con tale prospettiva tematica, le linee d’azione del Gruppo prefigurano: la diffusione di buone pratiche volte a sensibilizzare l’intera comunità universitaria sul tema della corretta gestione dei rifiuti e stimolare comportamenti e approcci atti a prevenirne o comunque ridurne e contenerne la produzione; l’attenzione, anche negli aggiornati risvolti di natura normativa e di rendicontazione tecnico-scientifica (indicatori), alle ulteriori e sequenziali azioni gestionali della raccolta differenziata, del deposito temporaneo, del trasporto e del trattamento e valorizzazione attesi nell’ottica dell’auspicato recupero di risorse dai rifiuti medesimi.

Responsabile: Fabio Tatàno — fabio.tatano@uniurb.it

Rete delle Università italiane per la Pace

La Rete delle Università italiane per la Pace (RUniPace), lanciata in dicembre 2020, coordina  gli Atenei che ispirano la propria azione ai principi fondamentali della Costituzione, della Carta delle Nazioni Unite, dei Trattati istitutivi dell’Unione Europea, dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa e del Consiglio d’Europa. 

In particolare la Rete promuove, all’interno e all’esterno della comunità universitaria, la riflessione sulla responsabilità sociale di tutte le discipline e l’attenzione alla costruzione e al consolidamento della pace con mezzi pacifici come vocazione costitutiva dell’Accademia e come perno delle attività di ricerca, didattica, formazione e terza missione. 

Delegato di Ateneo: Giovanni Marin — giovanni.marin@uniurb.it